Nuove molecole aiuto indispensabili per malattie autoimmuni e produzione di nuovi farmaci

Standard

Scoperte migliaia di nuovi segnali del sistema immunitario: hanno potenziali implicazioni per l’immunoterapia, malattie autoimmuni e lo sviluppo di vaccini.

La scoperta è l’equivalente biologico di scoprire un nuovo continente.

Le nostre cellule si rompono regolarmente per quelle proteine provenienti dai nostri corpi e da virus e batteri. Piccoli frammenti di queste proteine, chiamate epitopi, sono visualizzati sulla superficie delle cellule come bandierine, di modo che il sistema immunitario può eseguire la scansione. Se essi sono riconosciuti come stranieri, il sistema immunitario distrugge le cellule per prevenire la diffusione dell’infezione.

In un nuovo studio, si è scoperto che circa un terzo di tutti gli epitopi visualizzati per la scansione dal sistema immunitario, sono un tipo conosciuto come epitopi ‘giuntati’.                                                                                              Questi epitopi splicing sono stati pensati per essere rari, ma gli scienziati hanno ora identificato migliaia di loro attraverso lo sviluppo di un nuovo metodo che permette di mappare la superficie delle cellule e identificare una miriade di epitopi prima sconosciuti.

I risultati dovrebbero aiutare a comprendere meglio il sistema immunitario, le malattie autoimmuni, oltre a fornire nuovi potenziali bersagli per l’immunoterapia e la progettazione di vaccini.

La ricerca è stata guidata dal dott Juliane Liepe (Imperial College- Londra) e il dottor Michele Mishto (Charité – Universitätsmedizin Berlino), in collaborazione con l’Istituto per LaJolla Allergologia e Immunologia e Università di Utrech.

Il professor Michael Stumpf (Dipartimento di Scienze della Vita presso l’Imperial), ha detto: “E ‘come se un geografo vi dicesse della scoperta di un nuovo continente, o un astronomo dicesse di aver trovato un nuovo pianeta nel sistema solare. E con quelle scoperte, abbiamo parecchie esplorazioni da fare. Questo potrebbe portare non solo a una più profonda comprensione di come funziona il sistema immunitario, ma suggerisce anche nuove strade per terapie e farmaci e lo sviluppo di vaccini”.

Prima del nuovo studio, si era pensato che in una cellula si creasse una segnalazione di peptidi tagliando frammenti di proteine in sequenza, e la visualizzazione di questi in ordine sulla superficie della cellula. Tuttavia, questo meccanismo cellulare può anche creare peptidi “splicing” tagliando due frammenti da posizioni differenti nella proteina e poi attaccandoli insieme, fuori dall’uso normale, creando perciò una nuova sequenza.

Si conosceva già l’esistenza degli epitopi giuntati, ma si pensava che fossero rari. Il nuovo studio suggerisce che gli epitopi giuntati in realtà costituiscono una grande percentuale di epitopi di segnalazione: costituiscono circa un quarto del numero complessivo di epitopi, e rappresentano il 30-40 per cento della diversità – il numero di diversi tipi di epitopi.

Questi epitopi in più danno al sistema immunitario più indicazioni per eseguire la scansione e, più possibilità di individuare la malattia. Tuttavia, come gli epitopi splicing sono sequenze miste, hanno anche la possibilità di sovrapposizione con le sequenze di segnalatori sani ed essere erroneamente identificati come dannosi.

Questo potrebbe aiutare gli scienziati a capire le

giunzione di epitopi

Ciclo di formazione degli epitopi

, in cui il sistema immunitario si ritorce contro i normali tessuti del corpo, come ad esempio nel diabete di tipo 1 e la sclerosi multipla.

L’autore principale della ricerca, il dottor Juliane Liepe (Dipartimento di Scienze della vita presso l’Imperial), ha detto: “La scoperta dell’importanza di peptidi splicing potrebbe presentare vantaggi e svantaggi quando si ricerca sul sistema immunitario. Per esempio, la scoperta potrebbe influenzare nuove immunoterapie e vaccini, fornendo nuovi epitopi di destinazione per stimolare il sistema immunitario, ma significa anche che dobbiamo schermare molti più epitopi, durante la progettazione di una medicina personalizzata“.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...