L’ultima missione di Rosetta prima dell’accometaggio

Immagine
L’ultima missione di Rosetta prima dell’accometaggio

Tutta la strumentazione della sonda dell'ESA, Rosetta

Tutta la strumentazione della sonda dell’ESA, Rosetta

Rosetta raccoglierà dati scientifici fino alla fine della sua discesa venerdì, sulla superficie della cometa 67P / Churyumov-Gerasimenko L’opportunità di studiare una cometa a tale vicinanza rende la fase di discesa uno dei più emozionanti di tutta la missione. Una sintesi degli obiettivi degli strumenti che operano durante la discesa è il seguente: OSIRIDE   Durante la discesa al piccolo lobo cometa da un punto di partenza iniziale di una quota di circa 19 km, le telecamere denominate OSIRIS (sia quella stretta che il grandangolo) proporranno la prima immagine delle regioni del grande lobo che passa sopra. Mentre la sonda si avvicina al piccolo lobo, le telecamere si rivolgeranno verso le pareti dei pozzi Ma’at. I dati ad altissima risoluzione di queste funzionalità forniranno informazioni importanti per la nostra comprensione su come l’attività è guidata sulla cometa e forse come, in primo luogo, la cometa si è formata. Per avere il downlink del maggior numero possibile d’immagini nel tempo disponibile prima che gli impatti spaziali superficie, specialmente nelle fasi finali della discesa, le immagini saranno molto compresse, fino a 20 volte rispetto alle immagini “normali”. All’inizio della compressione, le immagini saranno ridimensionate, tale che invece di un po’ di full-frame 2048 x 2048 pixel immagini, saranno in grado di ricevere immagini molto più piccole nella regione di 1000 x 1000 pixel fino a 480 x 480 pixel. E ‘anche importante ricordare che le telecamere non sono state progettate per fare immagine sulla cometa da questa vicinanza: NAC diventa fuori fuoco da un’altitudine di circa 1 km e meno, e WAC dal basso 200-300 m. Di seguito a 200-300 m le immagini saranno sempre più confuse e quindi non come siamo stati abituati a riceverle. Selezionare le immagini OSIRIS della discesa sarà compito del Principal Investigator, Holger Sierks, in vari punti durante la nostra trasmissione in diretta, e pubblicate in parallelo sui nostri canali ESA. Ciò dovrebbe includere l’ultima immagine scaricata dalla navicella, atteso che saranno disponibili entro circa 10 minuti dalla conferma della fine della missione. Il sito d’impatto previsto di Rosetta è, all’interno di un ~ 700 x 500 m ellisse.                                                                                                                                                                                                                                                   ROSINA raccoglierà dati unici dalla densità del gas intorno alla cometa e la sua composizione. Si prevede di fornire letture fino al livello Knudsen, in cui la sublimazione dei gas avviene effettivamente.                                                                                                                                                                           MIRO integrerà le misurazioni con OSIRIS e Rosina misurando la temperatura della superficie. GIADA misurerà la densità della polvere e il modo in cui i grani di polvere sono accelerati dalla cometa.                                                                                                                                                                              La suite di strumenti di RPC monitorerà l’ambiente del plasma, e anche le più piccole particelle di polvere. Questo darà un aspetto unico primo piano l’interazione tra il vento solare e la superficie della cometa, e campionerà levitazione grani carica.                                                                        Alice avrà la sua massima risoluzione con gli spettri ultravioletti della superficie dell’intera missione e fornirà misure complementari ad alcuni dei dati RPC.

RSI otterrà le misure più accurate del campo di gravità durante la discesa.

Camera di navigazione

Camera di navigazione del veicolo spaziale svolgerà un ruolo nella sequenza finale dei dati raccolti, anche se nella discesa molto presto. Poco dopo la sonda è stata impostata in rotta di collisione per la cometa, il NavCam avrà cinque immagini. Queste dovranno essere scaricate nelle prime ore del 30 settembre, e saranno utilizzate dal team di volo per prevedere il tempo d’impatto all’interno di una finestra di quattro minuti.

La quantità di dati?

Molti degli strumenti scientifici sono tenuti a restituire i loro ultimi dati, tra 20 m e 5 m, sopra la superficie. Il bit rate per la stazione di terra di Madrid Deep Space Network durante la discesa sono 45760 bps e i dati previsti  in downlink tra la fine della manovra di collisione il 29 settembre e l’impatto, il 30 settembre sono di 1558 Mbit (che equivale a 195 MB dati scientifici e strumento -related dati house-keeping). La ripartizione per strumento è prevista come segue:

Alice: 37 Mbit

GIADA: 3 Mbit

MIRO: 6 Mbit

NavCam: 64 Mbit

OSIRIS: 1177 Mbit

ROSINA: 49 Mbit

RPC: 128 Mbit

Strumento House Keeping: 93 Mbit

Perché non sono in funzione tutti gli strumenti? Poiché Rosetta è ora così lontana dal Sole, non può generare abbastanza dai suoi pannelli solari per tenere tutto in funzione, quindi non tutti gli strumenti potranno operare nella fase finale della missione. Infatti, dopo un attento esame, le operazioni di trasmissione dei dati scientifici va correlata al bilanciamento dei vincoli – alcuni strumenti richiedono un po’di tempo per ottenere le loro misure – e il potenziale di rendimento scientifico, la linea temporale preparata dal team operazioni scientifiche a ESAC, con il team di lavoro di Rosetta per i dati scientifici, vede MIDAS, COSIMA e VIRTIS spento. Il SREM  non sarà in funzione. Dopo Rosetta ha toccato la cometa, non sarà possibile ritirare o restituire i dati aggiuntivi. Le uniche misure ottenute durante questa discesa finale saranno un capitolo di chiusura raccordato al tempo trascorso da Rosetta, vivendo con questa cometa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...