Gli incredibili crateri di Cerere

Immagine

Immagini della sonda Alba rivelano nuovi dettagli sul nanoplaneta Cerere                                                 L’Alba è la prima missione per visitare un pianeta nano, e la prima missione al di fuori del sistema Terra-Luna in orbita su due obiettivi distinti del sistema solare. Dopo aver orbitato Vesta per 14 mesi nel 2011 e nel 2012, è arrivato attorno a Cerere  il 6 marzo del 2015.

 

 

Questa immagine da aAba della NASA mostra Kupalo Crater

Il cratere Kupalo su Cerere

Il cratere Kupalo su Cerere

, uno dei crateri più giovani su Ceres. Il cratere ha materiale chiaro esposto sul suo bordo e pareti, che potrebbe essere sali. Il suo pavimento piatto probabilmente formata da urti fusione e detriti. Credits: NASA

Nuove immagini di Alba della NASA rivelano le caratteristiche della superficie del pianeta nano Cerere nei minimi dettagli.

L’”Alba” ha preso queste immagini ravvicinate dalla sua attuale quota di 385 chilometri da Cerere

Cerere visto a breve distanza dalla sonda Alba

Cerere visto a breve distanza dalla sonda Alba

, tra dicembre il 19 e 23 del 2015.

Il cratere Kupalo , uno dei crateri più giovani di Ceres, mette in mostra molti attributi affascinanti alla risoluzione di immagine di 35 metri per pixel. Il cratere ha materiale chiaro esposto sul suo bordo, che potrebbe essere sali, e il suo pavimento piano probabile formata da urti melt e detriti. I ricercatori cercheranno attentamente se questo materiale è legato ai “punti luminosi” del cratere Occator  . Kupalo, misura 26 chilometri di diametro e si trova a sud medie latitudini, è chiamato come il dio slavo della vegetazione e del raccolto.

“Questo cratere e dei suoi depositi di recente formazione,- ha detto Paul Schenk,  membro del team di scienzati di Alba (Lunar and Planetary Institute di Houston) -. sarà un obiettivo primario di studio per la squadra datosi che Alba continua ad esplorare Cerere nella sua fase di mappatura finale”

L’attuale punto di vista,ravvicinato, di Dawn  ha catturato anche la fitta rete di fratture sul pavimento di 126 chilometri di larghezza, denominate cratere Dantu

Il cratere fessurato Dantu

Il cratere fessurato Dantu

. Uno dei più giovani grandi crateri sulla Luna della Terra, chiamata Tycho, ha fratture simili. Questo fessurazione può essere il risultato di raffreddamento dell’impatto e relativa fusione, o quando il pavimento cratere è stato sollevato dopo che si è formato il cratere.

L’ Alba della NASA  ha visto il 23 dicembre 2015 questo cratere Cereano, coperto di creste e ripidi pendii e, scarpate. Queste funzioni probabilmente si debbono al periodo quando il cratere in parte  è crollato durante la sua formazione. La natura curvilinea del scarpate ricorda quelli sul pavimento del cratere Rheasilvia, il gigantesco cratere d’ impatto su Vesta, attorno al quale orbitava Alba tra il 2011 e il 2012.

 

Il piano fratturato del cratere Dantu  su Cerere è visto in questa immagine da Alba della NASA.

 

Fratture simili sono visti in Tycho, uno dei più giovani grandi crateri sulla Luna della Terra. Questo fessurazione può essere il risultato di raffreddamento dell’impatto e successiva fusione o quando il pavimento cratere è stato sollevato dopo che si è formato il cratere.

Questa immagine da Alba della NASA mostra una parte del cratere Messor

Il cratere Messor

Il cratere Messor

(25 chilometri, di larghezza), che si trova a nord, alle medie latitudini su Cerere.La scena mostra un cratere più vecchio in cui un grande flusso a forma di lobo copre in parte la (in alto) parte settentrionale del fondo del cratere. Il flusso è una massa di materiale espulso quando un cratere più giovane formata a nord del cerchio.

Altri strumenti di Dawn  hanno anche iniziato a studiare intensamente Cerere a metà dicembre. La mappatura con lo spettrometro visibile e dell’infrarosso sta esaminando come si riflettono da Cerere diverse lunghezze d’onda della luce, un procedimento che aiuterà a identificare i minerali presenti sulla sua superficie.

Raggi gamma e neutroni, del rilevatore (Grand)  di Dawn seguono inoltre con gli scienziati, l’altro suolo occupato. I dati provenienti da ricercatori  sono di grande aiuto a capire le abbondanze degli elementi di superficie  su Cerere, insieme ai dettagli della composizione del pianeta nano che detengono importanti indizi su come si è evoluto.

La sonda rimarrà all’altitudine corrente per il resto della sua missione, a tempo indeterminato e anche dopo. La fine della prima missione sarà alla data del 30 giugno 2016.

“Quando si salpa per Cerere dopo aver completato la nostra esplorazione su Vesta,- ha detto Chris Russell, ricercatore principale della missione Alba, (Università della California, Los Angeles) – ci aspettavamo di essere sorpresi da ciò che poi nel concreto abbiamo trovato,su questa nostra prossima tappa. Cerere non ha deluso. Ovunque guardiamo a queste nuove osservazioni quota bassa, vediamo morfologie incredibili che parlano al carattere unico di questo mondo, ancora più incredibile.”

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...