STRANA CITTA’_pirite_eternit_solarium_inquinamento ambientale_Arpa_sporcizia_illuminazione carente_

Standard

 

stabilimento eternit a Targia _Siracusa

Le mura Dionigiane a due passi dal castello Eurialo _Siracusa

Strana città nella quale sono sempre sul tappeto i problemi delle strade da manutenzionare (vergognoso l’abbandono della Pizzuta e di viale Epipoli con una notevole popolazione residente) per la sporcizia all’interno di marciapiedi sommersi

Sporcizia a Siracusa

da erbacce, un illuminazione carente, soprattutto in zone limitrofe e tutt’attorno ai meravigliosi resti del castello Eurialo e alle Mura Dionigiane. E ciò avviene mentre si mandano i vigili urbani a lezioni di turismo. Non sarebbe meglio pensare anche corsi per gli amministratori? Il decoro urbano e una città linda e pulita non sono forse requisiti indispensabili? Strana città’ dove l’amministrazione attiva, sempre della serie “camere dei sogni” organizza un vertice su problemi di traffico da Ortigia verso il resto della città, dopo avere già stabilito la chiusura del ponte dei calafatari. Strana città’ dove si registra l’intervento di consiglieri comunali contrari alla costituzione della riserva della Maddalena, mentre grida “vendetta”, come segnale di un ulteriore scempio ambientale, una grossa lottizzazione che è stata sviluppata quasi a ridosso del Minareto. Strana città che registra un alto inquinamento ambientale :pioggia marrone caduta sia Città Giardino che a Belvedere. Inquinamento delle falde freatiche per il quale sono stati indagati maestranze tecniche dell’ISAB, a causa di crepe nei serbatoi di prodotti petroliferi. Sorge spontanea la domanda: perché negli anni , nessun controllo è stato operato nel campo serbatoi incriminati. Ma è anche la città, dove l’Arpa, che dovrebbe agire come controllore “super partes”, non possiede la strumentazione oggi necessaria per testare i dati dell’inquinamento. Una strumentazione che è presente invece all’ARPA di Catania? Strana Provincia dove si continua a battagliare pro(comune di Priolo) e contro (Goletta Verde) la balneabilità al lido di Priolo. Sono ancora in attesa di bonifica le ceneri di pirite che negli anni di un industrializzazione selvaggia, sono stati accumulati nella penisola di Magnisi, con vere montagne presenti anche nella riserva delle Saline di Priolo. Le cronache continua riferire di pesci deformi che continuano ad essere ritrovati nel mare di Priolo e nella vicina baia di Augusta. Una rada che doveva essere oggetto di bonifica, come venne deciso con apposita sentenza che condannava le industrie all’ investimento di 700 milioni, proprio a questo scopo. Strana città’. Continua ad essere dannatamente sporca anche e sopratutto nelle arterie verso le località marittime e permangono discariche abusive del pericoloso eternit in città . QUANTO DI QUESTO PERICOLOSO MATERIALE NEL TEMPO È STATO ABUSIVAMENTE SCARICATO NELLE COSTE PROSPICIENTI LO STABILIMENTO DELLA TARGIA? Strana città’: si continua a disquisire pro o contro il parcheggio Talete, mostro di cemento che sottrae alla vista, un panorama che qualsiasi città turistica dovrebbe valorizzare. Strana città dove continua a latitare l’attrezzatura con docce e altri servizi, le poche spiagge libere(Arenella, Costa del Sole, Fanusa) e, si decide di investire su squallide piattaforme chiamate pomposamente solarium prive per l’appunto di docce e servizi igienici.                       

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...