Le nanotecnologie possono aiutare a curare infarto,ictus e embolia polmonare

Standard

Interessanti prospettive per ictus,infarti e emboli polmonari

Nuova strategia di biomimetica per  sciogliere velocemente i coaguli di sangue

luglio 2012 da Staff Technology

Il taglio attivato dalla  nano terapia rompe e rilascia il farmaco quando incontra le regioni del restringimento vascolare.

Per gentile concessione grafica del Wyss Institute.                                                                                    

Sviluppato dagli ingegneri presso l’Istituto Wyss, una nuova strategia biomimetica offre un salvavita nano-terapeutico,che si libera direttamente nei vasi sanguigni ostruiti, sciogliendo i coaguli di sangue prima che possano causare danni gravi o addirittura la morte e, eventualmente, con conseguente meno effetti collaterali e una maggiore sicurezza.                                                                                                                                                                          I ricercatori dell’Istituto Wyss di Ingegneria di ispirazione biologica a Harvard hanno sviluppato una nuova strategia biomimetica che offre un salvavita nano-terapeutico direttamente nei vasi sanguigni ostruiti, sciogliendo i coaguli di sangue prima che possano causare danni gravi o addirittura letali. Questo nuovo approccio consente la dissoluzione del trombo mentre si utilizza solo una frazione della dose di farmaco normalmente richiesto, minimizzando gli effetti collaterali di sanguinamento, che attualmente limitano l’uso diffuso di farmaci  anti-coagulo.                                                                                                                                     I risultati della ricerca, che sono stati pubblicati online oggi sulla rivista Science, hanno implicazioni significative per il trattamento delle principali cause di morte, quali infarto, ictus ed embolia polmonare, che sono causati da un blocco vascolare acuto da trombi nel sangue.                                                                  L’ispirazione per l’ approccio mirato vascolare con un nano-terapeuta,è stato elaborato per il modo in cui le piastrine del sangue normali rapidamente aderiscono al rivestimento nei vasi ristretti, contribuendo allo sviluppo di placche aterosclerotiche. Quando i vasi sono stretti, alti  sono sforzi per fornire uno spunto per la circolazione fisica delle piastrine vietando che possano aderire alla parete del vaso, selettivamente, proprio in queste regioni. Il nano-terapeuta vascolare è analogo alle dimensioni di una piastrina, ma è un aggregato di nano-particelle biodegradabili che sono stati rivestiti con attivatore tissutale del plasminogeno (tPA), un farmaco anti-coagulo. Molto simile a una palla di sabbia bagnata che si divide in singoli granuli quando è tranciata tra due mani, gli aggregati si dissociano e rilasciano selettivamente tPA rivestite con nanoparticelle che si legano ai coaguli e li degradano quando sentono alto lo stress nelle regioni del restringimento vascolare, come quelle causate dalla formazione di coaguli di sangue. Questa nelle due sequenze è la situazione di una arteria bloccata dove si mostrano le nano-particelle che si accumulano in tutto il coagulo. (Wyss Institute per l’ingegneria di ispirazione biologica).  L’interruzione del flusso normale del sangue al cuore, polmoni e cervello a causa di trombosi è una delle principali cause di morte e disabilità a lungo termine degli adulti ed è purtroppo in via di sviluppo. Oggi, i pazienti con embolia polmonare, ictus, attacchi cardiaci, e altri tipi di trombosi acuta che portano alla quasi completa occlusione vascolare, sono più frequentemente trattati in fase acuta ospedaliera utilizzando dosaggi sistemici di potenti sciogli- coagulo . Poiché questi farmaci possono causare emorragie gravi e spesso fatali mentre circolano liberamente in tutto il corpo, la dimensione del dosaggio dato a tutti i pazienti è limitata perché l’efficacia deve essere bilanciata contro i rischi.   Il nuovo attivato nano-terapeuta ha il potenziale per superare queste limitazioni d’efficacia. Orientando e concentrando il farmaco nel sito preciso dell’ostruzione dei vasi sanguigni, il team Wyss è stato in grado di raggiungere un miglioramento della sopravvivenza in topi con vasi polmonari occlusi con meno di 1/50 della dose normale terapeutica, che dovrebbe tradursi in minori effetti collaterali e una maggiore sicurezza. Ciò indica la possibilità che, in futuro, un tecnico di emergenza potrebbe essere in grado di amministrare immediatamente questo nano-terapeuta a chiunque sia sospettato di avere la vita in pericolo per la presenza di coaguli di sangue in un organo vitale, prima che il paziente abbia ancora raggiunto l’ospedale.                                                                                                                                                  Il team interdisciplinare e inter-istituzionale per questa  ricerca collaborativa, è stato guidato dal fondatore del Wyss,il direttore Donald Ingber che è anche il Judah Folkman Professore di Biologia Vascolare presso la Harvard Medical School e del Children Hospital di Boston e professore di bioingegneria presso SEAS.                                                                                                           Commentando il lavoro, Ingber ha osservato che “la nanoterapia vascolare  che abbiamo sviluppato diventa selettivamente attivata in regioni di elevato stress, molto simile a piastrine viventi si, è un meraviglioso esempio di come presso l’Istituto Wyss  si prenda ispirazione dalla biologia, e come le strategie biomimetiche possono portare a soluzioni nuove e inattese ai secolari problemi che le tecnologie esistenti non possono affrontare. ”                                                                                                                                     Fonte:  Wyss Communications Institute, Harvard Gazette

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...