NUOVE PRONUNCE DEL TAR A FAVORE DELLA RISERVA NATURALE DEI PANTANI DELLA SICILIA SUD ORIENTALE

Standard

L’istituzione della riserva naturale dei Pantani è legittima e non sussiste il rischio di danni gravi ed irreparabili. E’ questa la conclusione a cui è giunto il TAR di Catania che, nella seduta del 24 novembre scorso, si è pronunciato sui ricorsi presentati dal Comune di Pachino, dal Consorzio di tutela del pomodorino e dall’azienda agricola Spatola, contro il provvedimento di istituzione della riserva naturale da parte dell’Assessorato regionale territorio e ambiente della Regione Sicilia.

Le ordinanze del TAR, tutte a favore della riserva naturale dei Pantani, rappresentano un nuovo successo per Legambiente, per l’Associazione Mediterranea per la natura e perla LIPU(Lega Italiana Protezione Uccelli), che si sono opposte in giudizio contro il Comune di Pachino ed il Consorzio di tutela del pomodorino. Un successo importante anche per lo studio legale Giuliano che ha rappresentato e difeso in giudizio le associazioni ambientaliste.

Le ragioni della tutela di un’area di interesse internazionale per la presenza di specie di uccelli rare e minacciate, come dimostrato dai provvedimenti dell’Unione Europea e dagli autorevoli studi dell’ISPRA (Istituto Superiore perla Protezioneela Ricerca Ambientaledel Ministero dell’Ambiente), hanno quindi prevalso sugli interessi particolari rappresentati dal Comune di Pachino e dal Consorzio di tutela del pomodorino. Un risultato importante che segue l’altra ordinanza del TAR di Catania del 20 ottobre scorso che ha respinto la richiesta di sospensiva del decreto istitutivo della Riserva naturale presentata dalle Associazioni venatorie.

Ricordiamo che l’istituzione della Riserva naturale Pantani è avvenuta con decreto del dirigente del Dipartimento regionale dell’ambiente il 27 luglio scorso. La riserva naturale, costituita da tre distinte aree, ognuna con un proprio perimetro e una propria suddivisione in zona A e B, ricade nei territori dei comuni di Ispica (RG), Pachino e Noto (Sr) e ha una estensione complessiva di1.385 ettari.  A differenza del sindaco di Pachino, i primi cittadini di Ispica, Noto e Scicli si sono espressi da subito a favore dell’istituzione della riserva naturale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...