Coppa: com’è cresciuta la mia Under 17 !

Standard

il giovane coach della nazionale femminile thainlandeseLa federazione Thailandese non ha concesso al giovane allenatore, da poco alla guida della rappresentativa nazionale dello stato asiatico, di tornare in Italia per guidare la “sua” Trogylos U17 alle finali nazionali di categoria. La Ecocontrol Sud Priolo U 17, a Orvieto avendo in panca il duo tecnico Alex Blanco-Corrado Esposito, si è comportata  egregiamente, chiudendo a un passo dai quarti di finale, a margine delle migliori otto squadre di categoria.                                                   “Il dubbio rimane anche al sottoscritto – spiega da Bangkok il giovane coach –, senza nulla togliere a Blanco ed Esposito,ottimi allenatori e  miei amici personali. Ma conosco meglio di chiunque altro questo gruppo, che alleno ininterrottamente da diversi anni. Non nutro alcun dubbio che  stati tutti fantastici e si sono comportanti ottimamente  in mia assenza, per  una stagione assolutamente vincente”.Il primo torneo da giocare con i galloni di tecnico della nazionale thailandese sul petto è alle porte: a Giacarta, in Indonesia, dal 23 al 26 giugno .“Non ho  tempo per rifiatare. Ultimamente ho tenuto diversi clinic nel periodo delle finali nazionali a cui ha preso parte la U17 della Trogylos in Italia.Mi ritrovo immerso in una cultura del tutto differente da quella europea. Sto dovendo forzare per abituare le ragazze ai miei ritmi di lavoro e le maggiori difficoltà, sono legate alla comunicazione verbale: molte giocatrici qui non conoscono bene l’inglese e devo appoggiarmi spesso a una interprete”.                     Con Salvo Coppa è impossibile non approfondire il discorso Trogylos  U17.            “Abbiamo vinto e siamo cresciuti perché Ilaria Milazzo- queste le ragioni snocciolate dal giovane tecnico-  è stata inarrestabile in attacco, ha imparato a coinvolgere di più le sue compagne rispetto all’inizio del campionato ed è stata molto creativa. Giorgia Guerri è stata il nostro punto di forza in difesa; ha sempre marcato la giocatrice più forte della squadra avversaria ed è cresciuta tantissimo in attacco, utilizzando al meglio i fondamentali e migliorando le scelte in fase di regia. Antonella Terranella è cresciuta tantissimo ed ha sviluppato più sicurezza nelle sue capacità; spesso è stata costretta a marcare giocatrici più alte e più grosse di lei ed è riuscita comunque a limitarle. Ma abbiamo vinto soprattutto perché abbiamo giocato di squadra sia in attacco che in difesa, lavorando  sui nostri errori senza mai giustificarli e sviluppando maggiore sicurezza nei nostri mezzi e sulla nostra capacità di vincere le partite”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...